salta la barra


Comune di Prato

 indietro
foto di Giuseppe Castellano
È passato alla storia per aver firmato l'armistizio dell' 8 settembre 1943 con gli Alleati. Capitano di artiglieria durante la Grande Guerra, nella campagna di Jugoslavia del 1941 fu nominato generale, il più giovane dell'esercito italiano. Nel 1947 lasciò la carriera militare e si dedicò all’attività imprenditoriale, dirigendo una catena di alberghi.

Biografie dei pratesi illustri

Giuseppe Castellano

(1893 – 1977)

Generale dell'esercito italiano presso il Comando Supremo, è passato alla storia per aver firmato l'armistizio dell'8 settembre 1943 con gli Alleati.
Era nato a Prato nel settembre 1893, figlio di un capitano dell'esercito, la cui compagnia era di stanza presso il Castello dell'Imperatore.
Fu capitano di artiglieria durante la Grande Guerra. Nella campagna di Jugoslavia del 1941 fu stretto collaboratore del generale Ambrosio ed ottenne i gradi di generale, il più giovane dell'esercito italiano.
Personaggio brillante e dotato di notevole spirito di iniziativa, ebbe parte attiva nell'arresto di Mussolini. Castellano aveva stretto nel frattempo legami di amicizia con Galeazzo Ciano e con il ministro della Real Casa, Acquarone. In un periodo di grande confusione, pur non avendo direttive precise, si avventurò prima in Spagna, poi a Lisbona, cercando di avviare trattative per l’uscita dell’Italia dal conflitto.
Qui, agendo sotto falso nome e senza credenziali, riuscì infine ad entrare in contatto con agenti diplomatici alleati. I negoziati che seguirono portarono alla firma, in data 3 settembre 1943, dell'armistizio di Cassibile, che chiudeva le ostilità tra l'Italia e gli Alleati.
Successivamente, il generale Eisenhower volle fare la conoscenza di Castellano, instaurando rapporti cordiali, che mantenne anche durante il periodo della presidenza degli Stati Uniti.
Nel 1947 Castellano fu messo a riposo e da allora si dedicò all'attività imprenditoriale, dirigendo una catena di alberghi. Ha lasciato tre libri di memorie, interessanti testimonianze del periodo bellico: Come firmai l'armistizio di Cassibile, La guerra continua e Roma Kaputt. Morì a Porretta Terme nel 1977.
a.a.

Ultimo aggiornamento della biografia: 25.10.2012
 personaggio precedente

 indietro inizio pagina